Vsmart Extensions

click3

Siamo in un libro
PDF

il-test-dei-colori-di-luscher

 

Ci trovi a pagina 23


foto libro

 

 

 

 

 

 
Un quadrangolare d'oro
PDF

 

MOSS 1

 

 

La nuova stagione sportiva PallaNuova inizia alla grande: vittoria di prestigio nel quadrangolare Trofeo Moss a Caldogno.

Oltre alla PallaNuova Moss, padrona di casa essendo l'impianto di Caldogno la nuova sede delle attività del progetto PallaNuova, ci sono al gran completo il Trento Acme, il Padova Acquambiente e la compagine vicentina dell'ANV. Quest'ultima formata dai pilastri del Vicenza rinforzati dai talenti della società esplosi negli ultimi 10-20 anni della sua gloriosa storia.

Livello dunque altissimo e la PallaNuova non si fa trovare impreparata: schiera i soliti campioni di Pescara e di Vicenza, ormai amalgamati in una coralità di schemi e di gioco da grande squadra e, ciliegina sulla torta, torna in acqua clorata con la calotta PallaNuova il suo testimonial di prestigio: Roberto Calcaterra. Una carriera appena terminata a 41 anni, con la finale scudetto del Maggio scorso ed un palmares che nulla si fa mancare: oro mondiale, medaglia olimpica, scudetti, coppe Italia, Champions, Supercoppe, etc.

Il campione soprannominato (e non per caso) Re Leone, già da qualche anno attirato dal progetto PallaNuova, si sente oggi pronto per trasferire la sua grinta, il suo approccio alla vita e allo sport, ai ragazzi del progetto PallaNuova divenendo magari una sorta di technical supervisor dell'intero progetto.

Così, in un clima di amicizia e di festa, oltre che di gran gioco, il girone all'italiana certifica le due semi-finali: Trento-Padova e il "derby tra cugini" Vicenza-PallaNuova.

Il Padova fa valere la maggiore potenza fisica e la facilità di nuoto rispetto al Trento, non sembra faticare più di tanto per aver ragione dei trentini e attende una delle due vicentine in finalissima.

La seconda semifinale rispetta alla lettera ciò che ci si aspetterebbe da un derby: tra ANV Vicenza e PallaNuova Moss è un confronto di nervi e di conquista di centimetri. Difese concentratissime, poche reti e servono giochi di prestigio per superare i portieri. Il risultato rimane incerto fino all'ultimo minuto, le reti si alternano dall'una e dall'altra parte, è solo Re Leone che suggella con una zampata una vittoria (6-5) di misura.

La finalissima allora diviene una questione tra PallaNuova e Padova. Nel girone all'italiana i padovani si sono già imposti per 9-6. La PallaNuova però con il profumo d'oro delle finalissime s'inebria ogni volta di nuove energie e motivazioni. In quei momenti, probabilmente, la voglia di rivincita, di riscatto della sua componente più sociale, più affamata di riuscita, contagia tutto il gruppo, e la squadra scende in acqua con gli occhi di tigre. Il Padova subisce da subito il nuovo rapporto di forza: esordisce con un clamoroso auto-gol alla primissima azione, va sotto di 4-0 in pochi minuti, sembra innervosirsi più del dovuto anche con mezza partita ancora davanti. Prova a recuperare qualcosa nella seconda parte di gara, ma ormai PallaNuova controlla, prima 6-1 poi 7-3 ed ormai ruotano in acqua tutti i ragazzi dei training PallaNuova.

Rimane il rituale del cambio di Calcaterra a 2 minuti dal termine, è solo l'occasione per una più che meritata standing ovation. Il pubblico si alza per applaudire, le squadre in acqua smettono di giocare e applaudono dall'acqua oltre che dalla panchina, non si percepisce differenza d'entusiasmo tra una squadra e l'altra. La magia sembra durare fino a fermare il tempo, tanto che Re Leone tradisce un momento d'imbarazzo, forse di commozione.

Finisce nella festa, ma non dei vincitori, la festa di tutti. Giocatori e pubblico, tutti intorno al campione, forse a ringraziarlo del messaggio elargito: dà tutto ciò che hai, dallo oggi, ieri è lontano e non conta più e, come dicono a Londra, tomorrow never comes!

 
Pallanuova Day 2013
PDF

Pallanuovaday 2013

 

È tempo d'iscrizioni!!!

 

Per iscriverti alla squadra stampa e compila il modulo in allegato e portalo in piscina

il prossimo allenamento.

La prima pagina la devono compilare tutti, la seconda e la terza invece sono obbligatorie solo per i nuovi arrivati

Clicca qui per scaricace il modulo

Attenzione: Se non riesci a scaricare il pdf controlla le impostazione del tuo browser

oppure prova con un altro browser. Se i problemi persistono o per avere qualsiasi informazione

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Benvenuti!
PDF

cicogna

 

Con tanta gioia salutiamo i pallanuovi nati in questa bellissima estate:

Alessando, Filippo, Luce Maria e Sveva

 

 
Tuffo nella neve e vittoria
PDF

223588 529890403710718 157291534 n

 
«InizioPrec.123Succ.Fine»